Questo argomento contiene 2 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Momy 3 anni, 7 mesi fa.

Se non sto bene con me stesso come posso stare con te?

    Ciao a tutti. ho 24 anni e da due mesi il mio ragazzo mi ha lasciata dopo 4 anni (di cui 2 a distanza).
    Ovviamente non è stato facile stare lontani (ci vedevamo due volte al mese) e io sono quella che ne ha risentito di più, tant’è che sono arrivata a dirgli che la distanza mi stava allontanando e che vivevo l’intimità in modo diverso. Questo l’ha ferito molto, abbiamo parlato e pensavo avesse capito il mio punto di vista. Devo premettere che è un ragazzo molto particolare: molto insicuro, insoddisfatto di sé e ciò lo porta ad avere crisi di panico e ha chiesto aiuto anche a una psicologa.
    Due mesi fa,come ho detto, decide di finirla, ma la sua decisione sembra tutt’altro che convinta. Qualche giorno fa ci siamo incontrati nella facoltà in cui entrambi studiamo e abbiamo finalmente parlato.. a suo dire non sa in che stato si trova: ci siamo lasciati sì e no, se gli amici gli chiedono come va con me lui risponde che stiamo e non stiamo insieme, mi ha detto che non riesce a stare con me ma neppure a dirmi che è davvero finita, che spera che il tempo lo aiuti a capire. Ora sta passando uno dei suo periodi negativi..vede tutto nero, non è contento di nulla, gli sembra che tutto vada male e dice: se non sto bene con me stesso come posso stare con te?
    In tutto questo piange e piange tanto.. mi abbraccia e io non so più cosa pensare!
    Vorrei un parere.. vorrei sapere come comportarmi.  gli sto comunque vicina o accetto la sua decisione senza fare nulla? Posso fare qualcosa per aiutarlo a fare chiarezza almeno sul nostro rapporto? grazie a chi risponderà.

    Risposta
    Dr.ssa Federica Leva

    Cara akirago77,
    il problema, da quello che espone, è principalmente del suo ex fidanzato, e solo lui può impegnarsi per risolverlo. Probabilmente, il dubbio sulla vostra relazione è solo una delle varie espressioni di un suo disagio più profondo, un disagio che lo porta a non star bene né con se stesso né con il microcosmo che lo circonda. Lo incoraggi, se necessario, a proseguire la terapia con la psicologa di riferimento, in modo che possa ricostruire le fondamenta, instabili e sabbiose, della sua vita. Anche se in questo memento anche lei è confusa, non lo forzi a rispondere a domande di cui lui non ha risposte. Gli rimanga vicino, come già sta facendo, facendogli capire che per lui ci sarà sempre, anche solo come amica. Gli dica di non struggersi per definire il vostro rapporto: essere insieme o no, specialmente agli occhi degli altri, alla fine, è solo un fatto di parole. Sono i fatti che contano. Se vi volete bene, attraversate insieme questa tempesta, rimandando eventuali chiarimenti alla fine di questo percorso. Adesso, la cosa più importante è che lui faccia chiarezza in se stesso, capisca cosa vuole dalla vita e riesca a superare quelle forti insicurezze che hanno minato il vostro rapporto – ex, il dubbio di essere sessualmente inadeguato. In seguito, saprà anche se vorrà riallacciare la relazione, con lei, e in quali termini – lo sottolineo, perché accennava a problemi legati alla distanza. Nel contempo, anche lei capirà meglio come vorrà vivere un eventuale futuro legame con lui e come porsi, nel caso in cui si ripresentasse l’occasione di ricucire il vostro rapporto.
    Se vuole, ci tenga aggiornati sugli sviluppi!
    Buona serata

    Dr.ssa Federica Leva

    Risposta

    Credo che anche in questo caso risulterò crudele, però ritengo che se non è lui a decidere di interrompere definitivamente la vostra relazione, sarebbe il caso lo facessi tu. Io credo che prima di lui devi venire tu, la tua serenità, la tua felicità. Ok fare la crocerossina, ma senza che questo ci condizioni la vita. Se hai la possibilità di conoscere e frequentare persone, e se ti senti attirata verso qualcuno, non tentennare…..vai….liberati dalle catene che lui involontariamente ti ha messo. Purtroppo mi sono trovata anche io prigioniera, non di un maschio ma dei miei genitori che avevano molto ascendente su di me come lui lo ha su te. Rompi quelle catene, fallo per te.
    Buon cammino a te
    Momy

    Risposta
Rispondi a: Se non sto bene con me stesso come posso stare con te?
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta