Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Dr.ssa Federica Leva Dr.ssa Federica Leva 5 anni, 3 mesi fa.

Paura di non sposarsi mai

           flowers-260894_640 (1)

    Buongiorno, mi chiamo R. e sono fidanzata con il mio ragazzo da sei anni.
    La nostra relazione è sempre stata un po’ un tira e molla, fatta di incomprensioni e divergenze.
    Dopo sei anni di relazione (io ho 25 anni e lui ne compie 24 tra qualche mese) è nato in me l’istinto, la voglia di voler andare a convivere. Viviamo entrambe con le rispettive famiglie, ed entrambe abbiamo un lavoro, io purtroppo non guadagno tantissimo, lui invece ha uno stipendio abbastanza sussistente. Quando abbiamo cominciato a parlare di convivenza sembrava che anche lui ne avesse l’intenzione, ma poi si è tirato indietro, parlando di mancanza di fondi e basi per iniziare una vita assieme. Io sono rimasta malissimo, e da una parte mi sono sentita respinta.
    Ad aggravare le mie sensazioni si è aggiunto poi il matrimonio di suo fratello, che a 26 anni dopo 9 anni di relazione e solamente uno di convivenza ha deciso di sposarsi.
    Vedendo il loro matrimonio io ho cominciato a dubitare dei sentimenti del mio fidanzato e domandarmi se ha seriamente intenzione di avere un futuro con me. Credo sia sbagliato basare i miei pensieri sulla base delle relazioni altrui, ma il fatto è che io sento di voler compiere questo passo, ma non sono sicura del mio partner. Ho paura che io e lui non arriveremo mai ne alla convivenza e nemmeno al matrimonio. Ho cercato di allontanarlo per schiarirmi i pensieri, non sentirlo non vederlo e non rispondere ai suoi sms, lui dopo vari tentativi si è presentato dai miei genitori, e parlandogli ha ribadito quanto lui mi ami, e voglia stare con me ma nonostante tutto continuo ad aver paura che non ci sia futuro per noi.
    Cosa posso fare? Come mi dovrei comportare? Ho provato a spiegare a lui le mie insicurezze e il mio punto di vista, ma lui molto tranquillamente ha saputo solo dirmi che magari un domani conviveremo etc. ma solamente quando sarà sicuro…Io nel frattempo continuo a star male, ed aver voglia di piangere ogni volta che sento le parole matrimonio e convivenza…

    Risposta
    Dr.ssa Federica Leva

    Cara R. (o V.?), è normale voler costruire un futuro con la persona che si ama, ma spesso i due membri della coppia raggiungono questo desiderio con tempistiche differenti. Questo non significa non amarsi; significa, però, avere progettualità differenti. Lei può sentirsi pronta per diventare una moglie – la convinvenza è come un matrimonio, a livello pratico – mentre lui si sente ancora sicuro nel suo ruolo di fidanzato. Bisognerebbe capire che cosa spaventi il suo ragazzo, la perdita dell’autonomia, il doversi mostrare in una versione casalinga, e quindi con tutti i suoi possibili difetti, o ha timori di altro tipo – ex, scelta della casa, eventuali paure economiche ecc… Oppure, il suo ragazzo ha paura di perdere la propria sua giovinezza, se si dovesse impegnare in questo modo con lei?
    Provi a indagare con tranquillità, senza la pretesa di far cambiare idea al suo ragazzo. La costruzione di un futuro a due è una responsabilità morale importante, ed è preferibile che lui non compia un passo tanto delicato, se non è pienamente convinto di farlo.
    Quanto a lei, non associ le insicurezze del suo ragazzo a una sua immeritevolezza di sposarsi. Non è questo a decretare il suo valore come persona, donna e potenziale moglie. Si chieda perché ha tanto bisogno di sposarsi, per realizzarsi. Forse, è meglio che resti nubile ancora per un po’, piuttosto che soffra per una separazione fra qualche anno, non crede?
    Buona giornata!

    Risposta
Rispondi a: Paura di non sposarsi mai
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta