Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Dr.ssa Federica Leva Dr.ssa Federica Leva 6 anni, 8 mesi fa.

Paura di amare

    Buonasera, ho vent’anni e vorrei chiedere dei consigli pratici su come comportarmi.

    Ho paura e provo ansia all’idea di intraprendere relazioni affettive e sono terrorizzata dall’idea di essere rifiutata. Ho frequentato diversi ragazzi nella mia vita, per i quali inizialmente provavo interesse. Non appena però dall’altra parte iniziavano ad esserci manifestazioni di affetto, non solo ho lasciato perdere ma ho sempre provato un vero e proprio disprezzo per la persona in questione.

    Cercando su internet ho scoperto l’esistenza della cosìddetta “paura di amare” e credo che di questo si tratti. I miei genitori sono separati e non ho mai avuto un buon rapporto con mio padre (anche se ultimamente abbiamo un maggior dialogo). Sono sempre stata fin troppo determinata e rigida nella vita e questo, pur facendomi raggiungere i miei traguardi, mi ha penalizzato da un altro punto di vista. Non mi piace fare la vittima e, anche se non lo mostro, in realtà sono una persona molto insicura e sensibile.

    Dopo aver trascorso anni non facili, a causa anche di attacchi di panico, quest’anno mi sono trasferita in un’alta città per l’Università e per ora sta andando tutto dal verso giusto. Vorrei sfruttare quest’occasione di “rinascita” per aprirmi e mettermi in gioco maggiormente, per questo avrei bisogno di qualche consiglio soprattutto su come evitare di scappare sempre di fronte alle persone. Grazie.

    Risposta
    Dr.ssa Federica Leva

    Buonasera. E’ molto probabile che la sua paura nasca da un’esperienza familiare non del tutto serena e magari anche da un’idea poco rassicurante della figura maschile.
    L’allontamento dalla famiglia d’origine le sarà senz’altro di giovamento: sarà libera da eventuali influenze genitoriali e potrebbe riuscire a costruire rapporti nuovi, non inquinati dalle reminescenze del suo passato. Se questo non bastasse a farle accogliere un’eventuale relazione – le raccomando solo di non costringersi a viverne una, tutto deve essere spontaneo – le suggerisco, se ne avesse l’opportunità, di parlarne con uno specialista. Le servirà per affrontare i punti che la frenano e riuscire così a fidarsi di più di un potenziale compagno.
    Cordiali saluti

    Risposta
Rispondi a: Paura di amare
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta