Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  pipeline 3 anni, 1 mese fa.

Non mi rassegno ad averlo perso

    relazione finita

    Sono una ragazza di 22 anni, stavo insieme a lui da un anno e mezzo e anche se non è tantissimo tempo ero convinta che fosse quello giusto.
    In questo tempo abbiamo creato un rapporto molto forte e siamo entrati in discorsi molto seri riguardo alla conoscenza l’uno dell’altra.
    nei litigi abbiamo sempre risolto tutto in tempi brevi, uscendone ogni volta più forti.
    nell’ultimo mese però io avevo la testa da un’altra parte e gli ho ‘tolto libertà’ (lui esce ogni sera con i suoi amici e a me dava fastidio e finché era fuori continuavo a scrivergli, molte volte litigavamo e quindi si rovinava la serata per questo.) Mi ha dato un po’ di possibilità per dimostrargli che sarei tornata quella di prima ma non l’ho capito in tempo e mi ha lasciata. ho provato di tutto per non perderlo e convincerlo a riprovarci, ma è una persona molto testarda e quando si convince della sua idea nessuno più gliela fa cambiare.
    Da quando mi ha lasciata mangio pochissimo perché mi sveglio sempre con un senso di nausea per aver rovinato tutto e non riesco più a studiare (è passato quasi un mese)
    Dice che non riesce più a vedere un futuro con me ma io credo dipenda principalmente dal fatto che il presente non è molto roseo (ha anche problemi sul lavoro).

    Comunque lui mi ha detto che avrebbe voluto continuare a sentirci e ogni tanto vederci. Subito ho rifiutato ma poi ho cambiato idea, e oltre a sentirci di tanto in tanto siamo finiti con il fare l’amore.

    Lui è stato tutto il tempo preoccupato che questo potesse farmi stare ancora più male, e per lo stesso motivo non voleva neanche baciarmi ma quando gli ho detto che io ero d’accordo mi ha baciata e sembrava felice di questo.
    Il punto è che io non riesco ad accettare il fatto che non stiamo più insieme e ci soffro molto, anche perché so che sarebbe tutto risolvibile e potremo tornare ad essere insieme e felici.
    Tutti mi dicono che sarebbe quindi meglio per me lasciarlo stare, non vederlo e non sentirlo più in modo da dimenticarlo il prima possibile. Però a me questa cosa del vederci per un caffè, sentirci ogni tanto o stare di più in intimità fa stare bene e mi aiuta ad andare avanti,perché mi permette di sentirlo ancora vicino a me e di poterlo abbracciare quando voglio. (Con i suoi abbracci mi sento a casa e sembra che anche a lui faccia piacere darmeli perché ogni tanto mi abbraccia di sua spontanea volontà e mi tiene stretta a sé.)

    Ha detto che mi scriverà quando gli succederà qualcosa di bello, o di brutto, o quando starà male. E lo stesso potrò fare io, perché una delle poche certezze che ho è che comunque vadano le cose su di lui potrò sempre contare.

    Abbiamo parlato molto di tutto questo anche tra di noi. Gli ho anche chiesto quanto potrebbe andare avanti una cosa così, perché immagino che appena troverà un’altra donna non potrà più mantenere questo rapporto con me. Lui ha risposto che se mai capiterà ci penserà bene prima di piantarmi in asso solo perchè un’altra persona gli dice di farlo.. anche questo, cosa può voler dire?
    Ad ogni modo,cosa devo fare? Provare a continuare questa specie di rapporto o chiudere tutti i ponti?
    Lui per me rappresenta molto, è la persona più importante della mia vita e non voglio diventare sua amica, in questo modo sarei un qualcosa di più. E magari con un po’ di tempo si rende conto che insieme siamo sempre stati bene, ritorna sui suoi passi e possiamo tornare ad essere una coppia affiatata..

    Confido in una risposta e grazie in anticipo

    Risposta
Rispondi a: Non mi rassegno ad averlo perso
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta