Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Saffo 3 anni, 8 mesi fa.

Mi hanno detto che sono gay. E’ vero?

    Sono un ragazzo di 19, quasi 20 anni, pieno di sé e che prova continuamente ad avere storie serie e puntualmente si stanca. Nelle ultime 2 settimane è uscita una specie di ossessone non motivata, almeno credo, di essere gay. Tutto è incominciato quando un mio compagno di classe gay mi ha detto che quando mi sarei lasciato con la mia ragazza sarei diventato gay. Io dopo 2 mesi l’ho mollata perché non mi piaceva e dal nulla mi sono domandato E se fossi gay? In una prima fase ero spaventato e pieno di ansia, anzi a pensarci bene prima mi è arrivata un’ansia costante a ogni fase del giorno con picchi elevati durante la notte e poi mi sono domandato se fossi gay, dopo quella domanda la libido verso le donne era scomparsa, anzi, direi offuscata, non riuscivo a pensare quella è una bella ragazza vorrei farla mia mi dicevo quella è una bella ragazza se mi viene un’erezione pensando a lei non sono gay. Nella mia testa si proiettavano delle immagini a sfondo omosessuale e facevo sogni con degli uomini. In un primo periodo la cosa mi ha creato un certo shock poi ho detto Se sono gay non ci posso far niente andrò con i ragazzi e basta, però ho notato che quando mi masturbavo non pensavo mai a uomini, non mi è mai venuta una erezione pensando a un uomo. Confesso di aver provato più volte a masturbarmi con un video porno gay però mi suscitava indifferenza e un po’ di inorridimento, più o meno la stessa sensazione di quando mi immaginavo che un uomo mi baciava. Poi c’è stato un caso particolare: ero in autobus e una ragazza mi è passata vicino. Sentendo il suo profumo, ho avuto un’erezione. Sono trascorse due settimane da quando è incominciata questa morbosa ansia che negli ultimi giorni è calata drasticamente forse grazie al fatto di essere rassicurato dai miei amici e dalla mia famiglia. Però comunque mi sono convinto di essere etero ma alcune volte penso di essere gay perché adesso quando vedo un uomo mi balzano in testa immagini a sfondo sessuale e provo una sensazione di imbarazzo e inquietudine e l’ansia continua a persistere. Ho riflettuto molto e mi sono domandato se l’ansia non sia andata via perchè in fondo non sono etero o perchè c’è qualcos’altro sotto e questa fissazione dell’essere gay è un distrattore di un altro problema? Ringrazio in anticipo già le persone che mi daranno una mano,

    Buona giornata

     

     

    Risposta
    Dr.ssa Federica Leva

    Ciao, Lion.

    La prima domanda che mi è sorta, leggendo la tua lettera è stata: «Su quali basi il tuo amico gay ha “diagnosticato” la tua presunta omosessualità, dichiarando con certezza che alla fine della tua relazione saresti diventato gay?» Solo sul fatto che al momento non hai ancora trovato una relazione stabile o c’è qualcosa che non ci hai raccontato? Non hai nemmeno 20 anni, non è certo strano che tu non abbia ancora trovato una ragazza con cui impegnarti seriamente. L’instabilità sentimentale non è un presupposto valido per sostenere la tesi del tuo amico. Il tuo racconto, oltretutto, smentisce una tua natura chiaramente omosessuale. Se tu fossi gay, proveresti attrazione o un batticuore particolare, guardando un bel ragazzo. Desidereresti restare con lui, parlargli da vicino, sfiorargli la bocca, le mani, abbracciarlo. Tu, invece, scrivi che il solo pensiero di un contatto fisico con un uomo ti fa inorridire. Certo, quando ti costringi a provare qualcosa per una ragazza non si smuove nulla, ma hai notato tu stesso che, in un momento in cui NON ti sei messo alla prova, la tua mente e il tuo corpo hanno reagito spontaneamente.
    Ora, non ti conosco di persona e non posso sapere se sei etero o bisessuale, ma dal tuo racconto mi sembra inequivocabile che non sei indifferente al fascino femminile. Ignora le illazioni del tuo amico, e vivi serenamente. Se poi scoprissi che ti piacciono anche o soprattutto gli uomini, già sapresti come comportarti: non ci sarebbe niente di male e non dovresti far altro che seguire le tue pulsioni più sincere. Ho però la sensazione che le parole del tuo amico ti abbiano turbato nel profondo, e sarebbe interessante capire esattamente perché. Per rispondere alla tua domanda, la tua fissazione potrebbe essere un elemento di distrazione per non dover affrontare un altro tuo problema – ex, non ti capaciti del perché non riesci ad avere una relazione stabile o, nel tuo inconscio, non la vuoi proprio ma non lo vuoi/puoi ammettere ecc… – ma questo non lo posso stabilire, dalla tua lettera.

    Se ne hai l’opportunità, rivolgiti a un professionista e guardati dentro. Se vuoi, riscrivici!

    Buona giornata

    Dr.ssa Federica Leva

     

     

    Risposta

    Caro Lion, tralasciando l’ignoranza del tuo amico gay, non perchè sia gay ma perchè lo ritengo indelicato e superficiale, mi chiedo cosa ti spinga a costringerti ad avere erezioni obbligatorie o con donne o con uomini, solo per provare la tua sessualità… per catalogarti come etero e come gay. Perchè questo estremismo? Perchè questo voler mettere una distinzione estrema alla tua sessualità? La sessualità deve essere libera, devi viverla non con ansia, ma con tranquillità, o che tu sia gay o etero. Riguardo al tuo voler cercare a tutti i costi una relazione stabile: forse è proprio questo che ti rende infelice e fa finire le tue storie. Cerca di vivere i tuoi amori senza fare programmi, senza schematizzare tutto. Le crisi di panico sono dovute alla tua insoddisfazione perchè sai di non rispettare questi schemi (inutili) che ti imponi (senza motivo). Credo tu abbia ancora una sessualità confusa, quindi non è il momento di fare scelte, come avere una storia seria. Forse te lo imponi per avere una soluzione facile al problema ma non otterrai nulla. Guarda dentro te stesso, trova te stesso. Poi troverai gli altri. Tante belle cose!

    Risposta

    “Mi hanno detto che sono gay. E’ vero?” Se uno è gay lo capisce da solo, non gli serve il mentore che gli spieghi chissà quali favolette, magari per secondi fini. Sei gay se ti innamori di un uomo, non se provi ribrezzo al pensiero di andarci a letto. Puoi provare paura del piacere di farlo, ma questa è un’altra cosa.
    Ciao, Lion.

    Risposta
Rispondi a: Mi hanno detto che sono gay. E’ vero?
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta