Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Jenny 3 anni, 11 mesi fa.

Mio marito mi ha tradito… un’altra volta!

    Gent.mi
    ho 50 anni e sono sposata da circa 26 anni, abbiamo un figlio di 23 anni ed è da qualche giorno che ho scoperto il tradimento di mio marito, fortunatamente o sfortunatamente, l’ho scoperto praticamente subito, mio marito all’inizio ha negato ma poi ha confessato in parte.
    A suo dire è successo perché questa donna, che è una sua collega di anni 55 separata per ben 2 volte, con 2 figlie (da mariti diversi) e che ora vive da sola, le piaceva fisicamente ed era gentile con Lui.
    La scoperta è avvenuta in quanto un giorno mio marito è arrivato a casa ubriaco ed io preoccupata nel vederlo in quelle condizioni le ho chiesto se era successo qualcosa di grave a qualche familiare però mio marito non rispondeva e stava male, poi si addormentò.
    A quel punto presi il suo cellulare dimenticato acceso e mi accorsi di alcuni messaggi inviati e non cancellati, tramite WhatsApp a una persona femminile (nascosta sotto un nome maschile).
    Nei messaggi si rivolgeva a lei chiamandola amore, dicendole che era la sua vita e che da quando l’ha incontrata ha capito che il suo futuro sarebbe stato bellissimo perché sentiva di aver trovato il vero amore e la donna della sua vita, che l’amava tanto, e le chiedeva se lei lo voleva sinceramente accanto per tutta la vita e di non farlo soffrire.
    Lei invece giurava sulle sue figlie che lui era l’unico uomo che nel fare l’amore le aveva dato tanto piacere come non aveva mai provato in tutta la sua vita perché si amavano col cuore.
    Insomma mi è crollato il mondo all’improvviso, una sofferenza enorme, indescrivibile.
    Ho inviato alcuni messaggi a questa donna che in un primo momento mi ha detto che era capitato ed era vero, poi che raccontava solo un sogno che aveva fatto a mio marito, per poi ridirmi che avevano fatto l’amore con il cuore e non solo sesso, mi chiedeva scusa addirittura telefonandomi in quanto sosteneva di avere sani principi, che aveva sbagliato e mi consigliava di perdonarlo per amore di mio figlio.
    Naturalmente io le dissi che chi ama veramente con il cuore non ama a senso unico, fregandosene di chi sta intorno a mio marito, quindi di me e di mio figlio, che il suo non era amore bensì egoismo ed opportunismo.
    Nello stesso giorno in cui mio marito scriveva messaggi a quella donna, contemporaneamente ne scriveva anche a me chiamandomi amore, ecc. ecc..
    Faccio presente che circa 3 anni fa scoprii che mio marito andava su internet e inviava messaggi ad altre donne tramite chat, ovviamente già allora quando gli chiesi spiegazioni in un primo momento non fu sincero.
    Già allora passai un periodo molto difficile e per recuperare il rapporto e soprattutto la fiducia abbiamo fatto alcune sedute da una psicologa.
    Decisi di perdonarlo e mi promise che non l’avrebbe più fatto. Invece, ora è arrivato questo tradimento che mi ha distrutto moralmente e come donna, ne ho parlato con mio figlio che soffre moltissimo anche lui.
    Ho deciso per amore di mio figlio e del valore della famiglia di darle ancora una possibilità chiedendole però di fare lui la scelta se stare con me o di andare con l’altra donna.
    Sono stremata dalla sofferenza che mi travolge e continuamente investita non tanto dalle immagini di mio marito a letto con questa donna, quanto dai messaggi che si sono inviati.
    Faccio presente che mio marito mi ha detto che lui non si ricorda di averli scritti questi in quanto ubriaco!!! anche se la donna mi ha confessato che aveva ricevuti molti messaggi d’amore anche nelle settimane precedenti.
    Ci sono momenti in cui crollo nella disperazione e ho paura di non farcela a superare questa volta.
    Ho letto che il tradimento dovrebbe essere un’occasione per riflettere sulla relazione!
    Mi chiedo però come sia possibile fare questo se non sai il motivo vero per cui sei stata tradita, e a maggior ragione se il marito che hai accanto scrive messaggi d’amore anche a te e la sera quando si va a dormire ti tiene per mano con affetto.
    Vi chiedo cortesemente cosa sia possibile fare, se lo è e come poter riavere fiducia nella persona che ti da tanta sofferenza.
    Ringrazio. Jenny

    Risposta
    Dr.ssa Federica Leva

    Cara Jenny, la sua è senz’altro una situazione difficile e che merita una riflessione profonda e ben ponderata. Innanzi tutto, mi ha colpito la sua necessità di confrontarsi, in un primo tempo, con l’amante di suo marito, anziché direttamente con lui. Naturalmente non posso sapere perché l’ha fatto, ma ravvedo in questa sua scelta un tentativo di negare il problema, di aggirarlo, nella speranza di scoprire di essersi sbagliata e che il suo matrimonio era salvo. È comprensibile, dal momento che non è la prima volta che le capita di essere tradita. È altresì singolare il modo in cui l’altra donna si è posta nei suoi confronti, quasi amichevole e confidente, come se volesse instaurare con lei un rapporto complice ed empatico. Ricerca di empatia che però è screziata dal racconto di come lei e suo marito si siano uniti con la mente e con il cuore, a sua insaputa… Ora, in questa sede tacerò alcune domande e considerazioni che le farei se, al contrario, fossimo in un setting terapeutico. Le chiedo, invece, di interrogarsi su cosa prova per suo marito e, al di là del tradimento, se e per quale ragione desidera salvare il suo matrimonio. La invito inoltre a riflettere sul fatto che forse suo marito attribuisce al tradimento un valore diverso dal suo, sia perché l’ha già tradita, in passato, sia perché durante quest’ultima relazione è riuscito a scrivere le stesse parole d’amore a due donne diverse nello spazio di pochi minuti. Consideri che, se suo marito non deciderà fermamente di cambiare, è probabile che presto o tardi possa ricadere ancora una volta nella tentazione di amare, con il corpo o con la mente, un’altra donna.
    Avete considerato di seguire un percorso di coppia, per comprendere i motivi che spingono suo marito verso altre donne? Di solito, quando una situazione è complicata, un parere esterno e professionale può aiutare a valutare il problema in modo equilibrato e obiettivo. Non si tratta, infatti, di scoperchiare tombe e scagliarsi accuse l’un l’altro, ma semplicemente di capire se e che cosa può essere sistemato, nel vostro rapporto, qualcosa che porta lui all’insoddisfazione e lei a sentirsi inadeguata. Perché, mi sembra di intuire dalla sua lettera, lei si pone domande su se stessa, sulla sua responsabilità, come donna e moglie, dei tradimenti di lui. Sono domande che meritano una risposta e io, da qui, non posso purtroppo dargliene nessuna.
    Prima di lasciarla, le riporto un pensiero che il Dr. Federico Baranzini, psichiatra del forum, ha scritto in risposta a un altro caso di tradimento:

    Riprendere un rapporto di coppia dopo una cosa del genere non è facile perché i tradimenti programmati o agiti minano la fiducia di base sulla quale si fonda il rapporto, portando alla luce smagliature e realtà non viste o, spesso, che non si vogliono vedere all’interno della coppia per una sorta di quieto vivere.

    Chiarite le realtà non viste, se potete. E fatelo entrambi!
    Buona giornata

    Dr.ssa Federica Leva

    Risposta

    Gent.ma Dr.ssa
    Ringrazio molto per la risposta data con particolare sensibilità che ho molto apprezzato.
    Questo tradimento mi porta ad avere reazioni molto intense, un conflitto interiore che mi impedisce di avere quella lucidità per capire il giusto atteggiamento mentale da avere per affrontarlo nel modo migliore e soprattutto per non fare errori che potrebbero complicare la situazione e in futuro pentirsi per scelte affrettate e magari sbagliate.
    Il fatto stesso che nonostante sia stata sempre una moglie molto presente in famiglia e credo di aver dato tutto alla mia famiglia, sia stata io a scoprire il tradimento e non lui a confessare è indubbiamente uno dei motivi principali per cui non è facile credere alla buona fede di mio marito!
    Il tradimento subito mi fa porre molte domande e tra le tanti “Perché ha scelto me? Perché non ha scelto lei, che per lo più era una donna pare innamorata, con mille attenzioni e libera?”
    Se è vero quello che mi ha raccontato mio marito, che raccontava tante bugie, per lusingarla e per ottenere solo sesso, mi chiedo come sia possibile arrivare a tanto? Perché giocare con i sentimenti? E fino a quando avrebbe potuto sostenere una situazione del genere?
    Certamente la sua amante si sarà sentita importante per essere scelta da un uomo sposato che la gratificava… mi chiedo però quale potrebbe essere stato il fine di questa donna, accontentarsi solo di briciole di affetto, amore, sesso? .. Alla fine anche lei era tradita dal momento che mio marito aveva anche rapporti con me!!!
    Quello che alla fine mi fa più male e che vorrei capire è di aver scoperto accanto a me un marito diverso da quello che avrei immaginato, un marito che ritengo avere anche ora dei buoni principi, essere sensibile e che però ora non riesco a giustificarlo, non riesco a darmi una spiegazione di come possa essere arrivato a tanto!
    Ringrazio,
    Jenny

    Risposta
Rispondi a: Mio marito mi ha tradito… un’altra volta!
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta