Questo argomento contiene 4 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da Felisija Felisija 5 mesi, 1 settimana fa.

Mia madre mi fa sentire una nullità e mio padre mi picchia

    Buon pomeriggio, ho un estremo bisogno di parlare con qualcuno della brutta situazione che sto vivendo a casa, spero di essere nel luogo giusto. Sono una ragazza di ventidue anni che studia all’università e ho dei grossissimi rapporti con mia mamma e mio papà. Mi spiego meglio. Mia mamma all’apparenza può sembrare una persona solare e gentile, ma non lo è, almeno con me. Da quando ho iniziato a scrivere lei ha deriso la mia passione, mi smontava ogni volta che le raccontavo qualcosa del mio romanzo e sperava che la mia passione si esaurisse perché io tornassi a fare la vita che lei ha sempre voluto che facessi, o per meglio dire, per plasmarmi in un essere senza alcun interesse o passione come lei stessa. Mia madre ha sempre voluto che mi adeguassi alla massa, non ha mai apprezzato il mio essere diversa e mi ha sempre urlato contro dandomi della “zitella” e “una che non sa vivere la vita”. Mia madre odia profondamente la scrittura perché dice che mi ha cambiata, ma io sono cambiata perché mi ha costretto lei, quando avevo quattordici anni inveiva contro di me e mi insultava dicendomi che “il tuo cervello è grande come una noce quando è pieno”e mentre alle superiori insisteva affinché NON mi trovassi il ragazzo, ora invece vuole che me lo trovi a tutti i costi. Non mi sono mai sentita accettata da lei, mi sono sempre sentita rifiutata perché lei non ha mai accettato il mio essere estremamente diversa da lei e il nostro rapporto è andando peggiorando con gli anni. Io penso seriamente che mia madre abbia dei grossi problemi psicologici, perché scarica su di me la sua frustrazione e la sua infelicità per essere a casa da lavoro e mi accusa di non saper vivere soltanto perché leggo e scrivo. Una cosa che mi ferisce profondamente poi, è il fatto che mi paragoni sempre alle altre ragazze, che lavorano, studiano, fanno vita sociale e vanno in palestra; ieri mi ha detto così e io mi sono sentita uno schifo. Non trovavo motivi per continuare a studiare, dato che ha sminuito tutto ciò per cui ho lavorato fino ad adesso. Quando discutiamo mi dice sempre “mi farai morire”, “mi farai fare un gesto estremo tu”, ma lei non sa che l’anno scorso sono quasi caduta in depressione a causa sua e oggi ci sono molto vicina, forse più dell’anno scorso. Io voglio diventare traduttrice di libri e scrittrice, ma a mia mamma tutto questo non importa minimamente, dice che mi vuole bene ma non me lo dimostra, dice che mi sostiene e non lo fa, mi urla sempre dietro ogni volta che sgrido la sua amata nipotina (sì, perché mia cugina vive con noi, anche lei viene da una brutta situazione familiare). Io non sono stupida come lei crede, è lei la vera stupida. Mi ferisce dicendomi cose bruttissime come dandomi della stronza e paragonandomi continuamente agli altri, pretende che quando io cominci a lavorare le dia il mio stipendio, ma per i meriti che ha non le darò proprio niente. Non mi ha mai sostenuto nella mia passione della scrittura, come dicevo prima ha sempre fatto di tutto per farmi smettere e mi provocava dei blocchi dello scrittore. Dice sempre che farà un gesto estremo, che la farò morire ma ormai sono diventata anafettiva nei suoi confronti, mi ha fatto troppo male e io provo disgusto a starle anche solo vicino, sul serio, mi fa schifo starle vicino. Oggi mi sono sentita del tutto inutile, che i miei sforzi per studiare (perché, ci tengo a sottolineare che lei mi ha fatto andare all’università perché “non voglio che tu stia a casa a scrivere”). La settimana scorsa lei si è arrabbiata perché sia io che mia cugina l’abbiamo lasciata da sola in casa, ma io non posso stare vicino e provare affetto per una persona del genere. Lei non è capace a stare da sola e mi ha sempre detto che io non mi merito niente, che sono una persona cattiva, che tutti si allontanano da me perché io li giudico sempre e io mi reputo la migliore (e io NON ho mai detto una cosa simile). Tempo addietro, mia mamma mi aveva detto che suo papà aveva fatto bene a farla smettere di scrivere e leggere, perché ci si allontana dalla realtà; lei non si ricorda queste cose che mi ha detto, ma io sì, le ricordo tutte una per una perché mi hanno ferito nel profondo. Questo è il background di mia mamma in poche linee, spero di raccontarvi di più se vorrete andare a fondo. Mio papà da’ sempre ragione a mia mamma anche quando non ne ha, ha iniziato ad alzarmi le mani quando dico la mia opinione e quando riprendo la piccolina, perché io non ho voce in merito, ha sempre deriso i miei interessi e ultimamente mi minaccia di spaccarmi la faccia se non la smetto, un mese fa mi ha dato dei pugni sul braccio che mi hanno lasciato un grande ematoma e io ho detto che se solo mi alza le mani di nuovo lo denuncio. Mia mamma, che ha sempre detto che se mi alzava le mani avrebbe divorziato da lui, ha cambiato totalmente parte e dopo che lui mi ha dato i pugni, ha inveito contro di me peggiorando ancora di più le cose e giustificandolo, dicendo che io devo capire il motivo per cui mi ha alzato le mani. Io non ce la faccio più, sono moralmente a pezzi e psicologicamente distrutta, non mi ha mai accettata e capita, lei non si ascolta quando parla e crede di avere sempre ragione, lui le da’ ragione anche quando ha torto marcio. Lei mi ha detto che dato che mi ha messo al mondo mi conosce e quando le ho detto che solo perché mi ha messo al mondo non vuol dire che mi conosce, si è infuriata ancora di più. Io ho deciso di tagliare i ponti con loro due dopo essermi laureata perché non ne posso più di questa situazione tossica. Cosa mi consigliate di fare?

    Risposta

    cara Nyx, ho letto con attenzione la tua lettera.
    Mi piacerebbe sapere più cose di te per poter meglio capire: quanti anni hai? Vivi in una grande città o in un piccolo centro? quanto ti manca per ultimare gli studi?
    senza questi dati fatico un poco a formulare un consiglio.
    In generale, mi sembri una persona con tante cose da dire e tanta voglia di confrontarti: hai mai pensato di rivolgerti al servizio territoriale più vicino a casa tua (anche in questo caso, conoscere la tua età aiuterebbe ad indirizzati verso la struttura più idonea)?.
    Non smettere di scrivere se questo ti rende felice e ti dà gioia, casomai se i tuoi genitori non condividono questa tua passione, al momento tienila per te, coltivala senza coinvolgerli.
    In bocca al lupo per tutto,
    Maddalena Mantelli

    Risposta
    Giusy Talamo

    Ciao mi kiamo Giusy ho 40 anni vivo Cn mamma mio pare padre lo xso 5 anni fa e troppo cattiva mia madre stasera io sn diabetica mi sn fatta l’insulina xke avevo mangiato dei biscotti dolci lei ha fatto la pazza ke io l’insulina nn me la dovevo fare dato ke ho il diabete tt sballato mi sale alto me la sn fatta io gli ho detto cose mi ha pikkiato mi ha sbattuto Cn la testa nll muro mi ha tirato i capelli ha detto ke io nn sn buona e buona lei a me tt le xsone dll mio paese mi hanno detto ke cattiva cm donna e molto antica ha una mentalità dll 15/18 mi ha fatto sempre dll male mio padre era uguale mio padre una volta a tavola mi disse se vuoi mangiare mi devi pagare io nn ho nessuno ke mi aiuta Cn mia madre a una cattiveria unica ha detto ke sono piena di malattie e nessuno mi prende e ho un carattere pure ke fa schifo ha 40 anni ancora mi pikkia e orrenda cm donna poi mi ha detto ho conosciuto un ragazzo su Facebook mi vuole conoscere ha detto ke a casa mia questo ragazzo nn deve venire io ho visto ke è un bravo ragazzo xké io sn stata sfortunata in amore e lei mi rinfaccia sempre di queste storie ke ho avuto ha detto a 40 faccio ancora affondate questo ragazzo e bravo ke mi vuole conoscere ha detto lo dici tu ke è bravo poi mi parla male Cn la gente poi mi guarda Cn degli okki cm se mi buttasse gli okki addosso ho avuto sempre mazzate da lei nn ho avuto bene mi ha tirato tt i capelli i capelli se ne scendevano mi ha suonato il coltello nll stomaco mi ha detto nn fa niente ke vado a finire in carcere mio fratello è uguale a lei una volta mi disse fatti le valigie e vattene di casa mia mamma pure uguale stasera pure mi ha detto domani vattene di casa voglio vedere dove te ne vai nessuno ti prende mi ha pikkiato un sacco di volte una volta mi taglio.la pancia mi striscio poi mi butto un cucchiaino bollente addosso mi scotto mio padre mi diceva ke io nn ero buona mia madre pure mi dice uguale la settimana scorsa mi venne una colica renale nn mi voleva portare al ospedale diceva ke io nn avevo niente mi bruciava mi faceva male strillo xké nn mi ci voleva portare niente proprio mi strilla x qualsiasi cosa faccio tt sbagliato x lei nn.sn buona e troppo cattiva io ho detto stasera io ti denuncio mi ha detto tu mi denunci io cambio la maschiatura di casa nn ti faccio entrare piu mi minaccia pure nn la sopporto piu mi ha detto se mi succede qlc a me tu ke fine fai

    Risposta
    Giusy Talamo

    Buongiorno sono sempre Giusy di 40 anni mia mamma nn mi ha dato affetto ne un bacio ne un abbraccio mai detto ti voglio.bene poi nn ci piacie ke io rido odia queste cose nn ci piacie ke io piango e ke io nn sto bene devo stare sempre bene x lei una volta mi bisticciai mia nonna era anziana aveva preso un Po la testa venne a casa mia tt la giornata qll veniva sempre io mi andai a dormire un Po il pomeriggio mi kiamo erano vrs le 6-7 di sera io nn mi sentivo bene mi disse vai accompagnare alla nonna a casa io dissi che nn ci volevo andare mi strillo e mi pikkio mi dovetti mettere le scarpe e dovetti accompagnarla si fermò un attimo in farmacia io rigettai nll farmacia io gli è lo dissi pure ke nn stavo bene poi dovetti andare accompagnare mia nonna a casa la dovetti cucinare la dovetti mettere nll letto e me ne scesi e qnd tornai a casa ebbe la sgridata xké io nn stavo bene io nn c’è la faccio piu a sopportarla ogni volta dice tt qll ke faccio ke mi deve pikkiare voglio un aiuto xke sn stanca

    Risposta
    Felisija

    Denunciali è l’unico modo.

    Risposta
Rispondi a: Mia madre mi fa sentire una nullità e mio padre mi picchia
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta