Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da dr. Federico Baranzini dr. Federico Baranzini 3 anni, 2 mesi fa.

Mi sento inutile

  • Staff

    Spostiamo qui questo topic, pubblicato sotto un’altra domanda. Ricordiamo agli utenti di aprire sempre topic personali. In caso di difficoltà, contattateci o scriveteci sulla pagina FB. Grazie.

    doubt-623847_640

    Salve a tutti. chiedo scusa se invado questo spazio ma non sono riuscito a trovare un modo per scrivere i miei pensieri in un’altra pagina. Mi chiamo Emanuele ho 30 anni. Da ragazzino ho frequentavo oratori con coetanei dove spesso venivo preso in giro perché avevo i denti storti e un po’ in fuori. Ho sofferto molto di questa cosa e non ne ho mai parlato con la mia famiglia per paura di essere giudicato e anche perché con la mia famiglia non dialogo molto,tranne con mia sorella a cui tengo molto. Crescendo ho maturato in me una sorta di insicurezza,un senso di inferiorità che mi fa sentire male. Con le ragazze la situazione non migliora anzi ho sempre paura di fallire e penso spesso che la ragazza per me non esiste, mi lamento molto e ritengo la vita altri migliore della mia. Ho perso il lavoro due anni fa e purtroppo ha solo peggiorato le cose perché il lavoro mi permetteva almeno di tenermi impegnato e di mantenermi ma ora con questa crisi è davvero dura,durissima. Sto facendo volontariato e ciò mi sta aiutando e da tempo sono seguito da una psicologa tramite consultorio famigliare anche se ho smesso ma secondo me è meglio che ricominci, vorrei da lei un consiglio e un aiuto la mia autostima è sempre bassa anche se ho fatto teatro per cercare di farla crescere. Ho paura, ho paura di non riuscire a vivere, di non avere la mia vita, di non riuscire a realizzarmi.
    Mi sento inutile e forse nemmeno meritevole.

    Aiutatemi. e mi auguro veramente che la signora Martina stia finalmente meglio e sia felice un saluto a tutti.

    Risposta
    dr. Federico Baranzini

    Buongiorno

    la sua situazione è comune a molti ragazzi che attraversano la sua età e si trovano a confronto con gli altri e alle prime esperienze con le ragazze.

    L’autostima si accresce se si cresce in un ambiente sufficientemente supportivo e empatico, che sappia accogliere e rispecchiare ma che al contempo permette le prime esperienze di autonomia incoraggiando piuttosto che inibendo o spaventando.

    Il teatro è un ottimo strumento esperienziale per poter “lavorare”su di sè e sull’autostima. Anche l’aiuto psicologico è utile in alcuni casi. Non demorda, non si abbatta troppo perchè lei è fatto come è fatto, per essere attori principali della propria vita non serve avere i denti dritti.

    Cordiali saluti

    Federico Baranzini

    Risposta
Rispondi a: Mi sento inutile
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta