Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Dr.ssa Federica Serafini Dr.ssa Federica Serafini 2 anni, 2 mesi fa.

Madre ossessiva, mi controlla anche in bagno!

    ragazza triste, mamma ossessiva, mancanza di privacy

    Salve sono una ragazza di 18 anni che frequenta il liceo. Non ho fratelli o sorelle. Mi scuso in anticipo se andando avanti nel discorso apparirò magari assumerà i toni di uno sfogo a volte sconnesso, ma mettere in ordine tutto quello che ho da dire mi è difficile.
    La mia situazione familiare nel corso degli anni si è andata complicando e se magari i fattori che andrò a elencare presi singolarmente non sono gravissimi o ingestibili è bensì la loro coesistenza che mi sta esasperando.
    Mio padre da circa tre anni ha cominciato a frequentare i bar nel tardo pomeriggio, soprattutto nei periodi in cui non ha molto lavoro,e almeno 1-2 volte a settimana se non di più torna a casa evidentemente alterato: non si può dire che sia ubriaco ma il suo comportamento non è lo stesso che tiene ad esempio la mattina, è violento e sgarbato con me e mia madre e cerca il litigio per motivi futili.
    Mia madre d’altro canto nel corso degli anni ha parallelamente sviluppato un problema a sua volta, divenuto direi ora serio. Lei, semplicemente, non si occupa della casa, non fa il bucato con cadenza regolare (l’ultima lavatrice ai miei pantaloni credo risalga a 4 mesi fa…). Viviamo nella sporcizia quasi totale e in molte parti della casa bisogna fare lo slalom tra le cianfrusaglie e li scatoloni per passare. I sanitari non vengono puliti finché non vengono in condizioni davvero al limite dell’igiene.
    La cosa assurda è però che lei in realtà da molta importanza alla pulizia: lava le mani di continuo, disinfetta continuamente water, maniglie ecc… e ci obbliga a metterci carta di giornale del supermercato sulle sedie.
    La cosa più grave in tutto ciò è che nonostante io voglia rimediare alla situazione della casa non posso farlo perché appena prendo l’iniziativa vengo sgridata e/o bloccata da lei che insiste nel fare le cose a modo suo…ma il suo modo è non pulire proprio! O se cerca di farlo finisce per chiudersi nel suo giornaliero giro di spazzatura e disinfettante!

    Le tensioni tra i miei genitori e tra loro con me sono ormai giornaliere, non c’è minuto in cui non troviamo motivo per litigare. Mio padre quando si riferisce a me lo fa sempre con toni denigratori o mi insulta e da un po’ di tempo ha iniziato a farlo anche mia madre…complice è anche il mio calo nel rendimento scolastico che loro mi fanno pesare come un macigno.(rendimento, specifico, nella media, non sono mai stata bocciata)

    A complicare la situazione c’è il fatto, ormai esasperato, che in casa io non possa mai avere privacy: in ogni stanza in cui vada mia madre mi segue, ormai persino in bagno a volte… Pretende di avere il controllo su ogni aspetto della mia vita: con chi sto, con chi parlo, cosa ho è hanno detto, come mi devo vestire ecc.

    Dal lato opposto c’è invece mio padre che fa di tutto per evitare di essere tale. Cerca sempre di stare fuori casa e di eludere ogni questione da svolgere che non faccia parte del suo lavoro.
    Io ce la sto mettendo tutta, mi dico di continuo che non devo fare la “bambina capricciosa” e semplicemente pensare a studiare, ma ormai ogni giorno mi alzo maledicendo di essermi svegliata di nuovo, ho pensieri di morte continui su di me e sui miei genitori. Mi sembra di vivere una situazione senza vie d’uscita, di stare venendo lino piano privata della mia vita e della mia casa. Se cerco di uscire nei dintorni a fare una passeggiata per stare un po’ da sola mia madre fa di tutto per venire con me anche inventando delle scuse.
    Ormai solo sentire la voce dei miei genitori mi da fastidio, è un rumore molesto che mi fa ribollire il sangue.

    Non riesco mai a sentirmi tranquilla e spensierata, nemmeno quando esco con gli amici e fatico sempre più a dormire la notte.
    Da qualche mese mi trovo a piangere sommessamente la sera nel mio letto. In questi anni ho resistito consolata dalla possibilità di andare via di casa per frequentare l’università ma anche essa mi è stata preclusa. Sono conscia di apparire magari come una che “fa la vittima” agli occhi di un individuo esterno e che anche da parte mia ho delle mancanze nei confronti della mia famiglia. Ormai però la mia soglia della sopportazione è sempre più bassa e lo noto dal mio pessimismo costante e dagli scatti di rabbia.

    A volte ho provato a esporre come mi sento a mia madre ma tutto quello che ho ricavato sono stati insulti. Non so che fare, non ho idea di come uscirne.
    Ho tanta, tanta paura per il mio futuro.

    Risposta
    Dr.ssa Federica Serafini

    Cara T,
    Mi spiace per ciò che stai vivendo… La tua etâ mi impone di suggerirti di rivolgerti ai servizi sociali, solo loro potranno sostenere la tua famiglia magari con un educatore presente in casa o se riterranno più opportuno tutelando te in una struttura residenziale finchè la situazione non avrá raggiunto un nuovo equilibrio… Tienici informati, l’adolescenza è e deve essere un bel periodo, pensa a te, proteggiti e tutelati!
    Dott.ssa Federica Serafini

    Risposta
Rispondi a: Madre ossessiva, mi controlla anche in bagno!
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta