Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Dr.ssa Federica Leva Dr.ssa Federica Leva 2 anni, 10 mesi fa.

Lui è depresso e mi odia

    Salve, avrei bisogno di capire una serie di cose. Tre mesi fa il mio compagno mi ha lasciato. Si era trasferito nella mia città ma ha avuto problemi di lavoro ed economici molto forti. Io mi sarei dovuta trasferire da lui ma sono subentrati un po’ di miei problemi legati al fatto che volevo un figlio. Ogni volta che mi mostravo in dubbio lui diceva che sarebbe ripartito e poi ha cominciato a non alzarsi più la mattina, a essere di malumore, a non parlarmi più. Ha cominciato a lavorare di nuovo ma non era contento. Dopo un viaggio di lavoro è tornato abbiamo avuto una discussione sul mio non trasferimento. Quando ho capito quanto dolore gli causassi e quanto lo stessi ferendo mi sono trasferita. Il giorno stesso lui ha avuto un piccolo incidente di lavoro e ha cominciato a straparlare. Mi ha lasciato distruggendomi come persona. Mi ha detto cose crudeli e gratuite. Fatto sta che è andato via. Io l’ho cercato e gli ho chiesto di parlare ma lui mi ha detto che non poteva, perché era arrabbiato con se stesso e di conseguenza con me. Poi mi ha ricontattato dicendo che stava male e che doveve prendersi cura di sé. Gli ho detto che io per lui ci sono. Ha tergiversato e alla fine gli ho chiesto cosa volesse da me. Mi ha risposto che quello che c’è stato fra noi non si può cancellare. Che lui ci ha provato forse sbagliando per proteggere sé e me. Dopo alcuni giorni ha contattato una mia amica e le ha parlato della sua scelta. Non so cosa precisamente si siano detti, non l’ho voluto sapere perché non capisco il motivo per cui evita di parlare con me. Non capisco nemmeno se mi prende semplicemente in giro: a me dice di star male e agli altri invece dice che è sereno. Non capisco come sia possibile un cambiamento così improvviso e come si sia scagliato contro di me. Non capisco se finga con me, anche perché ha un atteggiamento ambiguo e carico di rabbia nei miei confronti.

    Grazie

    Risposta
    Dr.ssa Federica Leva

    Cara Flavia, non è compito suo risolver ei problemi del suo ex compagno. Lei deve invece concentrarsi su se stessa e sulla vita. Lui è confuso? Lei non può schiarirgli le idee, a meno che non abbia qualche potere di cui non ci ha parlato. Lui è depresso? Allora deve cercare di star meglio, magari parlando con un professionista e, nei casi più seri, assumendo farmaci su prescrizione medica. Lui non le vuole parlare, dice che sta male e si contraddice parlando con gli amici? Può darsi che questa sua contraddittorietà sia una richiesta di aiuto, che lei può decidere di accogliere o di respingere, ma qualunque sia la sua decisione deve essere forte e decisa. Se desidera aiutarlo, deve mantenere in primo piano se stessa e la sua vita. Non si lasci trascinare a fondo: se cedesse, non sarebbe d’alcuna utilità, né a lui né a se stessa. Probabilmente il suo ex compagno prova rabbia nei suoi confronti perché ritiene che lei sia più realizzata in settori su cui basa la propria autostima – ad esempio, il lavoro. Ma in una coppia non dovrebbe esserci spazio l’invidia. Se uno dei due è più solido dell’altro, si dovrebbe esserne contenti, magari anche sollevati, non arrabbiati o invidiosi.
    Accenna poi al discorso del figlio. Lui lo voleva? È possibile che le sue difficoltà lavorative lo abbiano ferito come uomo e futuro padre – “Non posso nemmeno mantenere la mia famiglia!”. Allora, visto che non posso permettermi di avere un figlio – o non lo voglio – distruggo la mia compagna, così da evitare di trovarmi in una situazione che non saprei accettare.
    Ripeto, sarebbe opportuno che lui facesse chiarezza in sé e nei propri tormenti. Se lo ritiene corretto, accetti di ascoltarlo, quando si fa sentire. Magari, a distanza di tempo, lui rivaluterà il vostro rapporto e si riavvicinerà. A questo punto, sarà lei a decidere se riprendere la vostra relazione, o se sarà meglio restare soltanto amici.
    Buona serata!
    Dr. Federica Leva

    Risposta
Rispondi a: Lui è depresso e mi odia
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta