Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Dr.ssa Federica Serafini Dr.ssa Federica Serafini 2 anni, 8 mesi fa.

Ho una famiglia ma penso a lui

    Buongiorno, ho 46 anni, sposata da 24 anni, fino a un paio di mesi fa, tutto andava bene, poi ho incontrato un ragazzo di più giovane di me di 16 anni, e abbiamo cominciato a messaggiare, lui ci ha provato con insistenza ad avere un rapporto con me, facendomi i complimenti a tutte le ore del giorno e della notte, ma io non ho ceduto; solo che lui arrivato a due settimane fa si è scocciato e non mi scrive più nulla, allora ho cominciato  a scrivergli, alcune volte non mi risponde, altre volte risponde male, perchè non vuole essere disturbato…io mi prometto di non scrivergli piu ma non ci riesco e ci ricasco sempre, ma non per avere una relazione con lui ma perchè mi mancano i suoi messaggi…

    Prima mi andava bene la vita che facevo casa e famiglia (ho marito e figlie che mi adorano) adesso da quanto ho cominciato a sentire lui non mi va bene più

    mi piacerebbe uscire con amici che purtroppo non ho, perchè invidio la sua libertà e la sua gioventù.Vi prego datemi un consiglio su come comportarmi sto davvero male per questa situazione, mi sento anche in colpa a casa perché loro non meritano questo, ma non riesco a smetterlo di sentirlo, e poi sto in ansia e continuo a controllare il telefono anche di notte x vedere se mi ha risposto…

    Vi ringrazio per il Vostro aiuto

    Risposta
    Dr.ssa Federica Serafini

    Cara Antinietta,
    Come lei stessa ha detto…. Lui ci ha provato spudoratamente e lei ha resistito, lui si è allontanato e ora è lei che lo cerca…
    A volte il bisogno di sentirsi corteggiata coccolata è cosí grande che nulla lo colma…. Di certo non una vita appagante da madre e moglie realizzata, ma solo delle sane reali attenzioni che fanno pensare che poi la vita potrebbe ancora essere vissuta con tanta passione oltre che nella quotidianitá di una serena vita familiare….
    se questo le è accaduto credo che il motivo sia da ricercare nella sua insoddisfazione rispetto a quegli amici e quella gioventù che lei non si riconosce più e forse anche in un rapporto di coppia non più passionale…
    Vada a parlare con un terapeuta e chieda se è il casi di ipotizzare una terapia di coppia, chi dice che questi dubbi sono solo suoi e non di suo marito? Ritrovatevi…
    Dott.ssa Federica Serafini

    Risposta
Rispondi a: Ho una famiglia ma penso a lui
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta