Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Dr.ssa Emanuela Venanzoni Dr.ssa Emanuela Venanzoni 6 anni fa.

Gelosa morbosa

    Non so nemmeno come spiegarlo e me ne vergogno, da tre anni sono divetata gelosa morbosa, mio marito non puo vedere la tv e non usciamo più,in caso incontriamo passanti piu belle di me, non viviamo, tutto è iniziato dopo che ho partorito, ed ora non so piu chi sono, non mi accetto, ho tentato suicidio, inutile vivere così

    Risposta
    Dr.ssa Emanuela Venanzoni

    Cara Marta,
    il fatto che lei sia scrivendo qui è già un passo davvero importante e chiedere aiuto o un consiglio non deve essere motivo di vergogna, ma anzi di un nuovo inizio e della dimostrazione di volercela fare.

    Da quello che scrive mi immagino che sia una situazione complicata e molto delicata che sta portando dei disagi oltre che a lei anche alla sua vita matrimoniale; la cosa che posso suggerirle dagli elementi che ha elencato nella sua mail è quella di iniziare un percorso di terapia con uno specialista che la possa aiutare a ritrovare sè stessa per comprendere insieme quali posso essere stati i motivi che hanno portato sia ad accentuare la gelosia che prova nei confronti di suo marito e sia per sostenerla in questo momento così importante per lei da un punto di vista psicologico.

    A volte capita che poco dopo un evento come quello del parto si possa manifestare nelle donne un momento di estremo cambiamento e tutto si rivoluziona sia da un punto di vista fisico che psicologico e può succedere che ci siano delle manifestazioni di malessere, talvolta anche molto gravi, per questo credo sia necessario che ne parli all’interno di una terapia che può come le dicevo sostenerla e supportarla anche se è passato un pò di tempo da quando è diventata mamma.

    Marta la vita purtroppo, e le sembrerà una frase fatta, non sempre va insieme alla serenità, ma bisogna guardare avanti per ritrovare le proprie personali risorse e la voglia di rimettersi in gioco, magari sarà un percorso lungo e non privo di momenti di debolezza, ma con il tempo può imparare di nuovo ad apprezzare la vita e a vivere in una nuova prospettiva sia con sè stessa che con suo marito.

    Le mando un caro saluto,

    Dott.ssa Emanuela Venanzoni.

    Risposta
Rispondi a: Gelosa morbosa
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta