Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da dr. Federico Baranzini dr. Federico Baranzini 3 anni, 7 mesi fa.

Depressione causa disoccupazione

    Salve,
    Ho deciso di rivolgermi a questo sito per chiedere un primo consulto prima di consultare uno psicologo di persona. Sono preoccupata per il mio fidanzato, viviamo distanti (io in Veneto, lui in Emilia) presso le nostre famiglie , entrambe abbastanza problematiche… attualmente purtroppo siamo entrambi disoccupati e dopo 3 anni di ricerca di un po’ di stabilità con diverse influenze negative da parte delle famiglie siamo arrivati ad un punto di estrema stanchezza mentale e sfiducia, siamo proprio senza energie per andare avanti perchè sembra che quello che vorremmo ovvero costruire un presente ed un futuro insieme si allontana sempre di più per problemi economici familiari ecc. nonostante abbiamo la cosa più importante che ci unisce ovvero un sentimento sincero e concreto. Intanto io sto facendo un percorso di ricerca attiva del lavoro mantenendo viva la speranza di trovare un lavoro che mi permetta un primo passo verso l’indipendenza … lui invece è molto sfiduciato forse per l’età, forse perchè ha cambiato talmente tanti lavori che secondo me ora non sa più che pesci prendere ovvero dove dirigersi come obiettivo professionale. E’ difficile anche poter investire su una formazione viste le ridottissime possibilità economiche e una famiglia che non lo supporta nemmeno moralmente. Mi fa male vederlo apatico e senza vita .non sa cosa fare durante il giorno si sente perso e senza speranza come se avesse sbagliato sempre tutto e non ha più molta fiducia nel prossimo… d’altronde come risultato di esperienze negative che non hanno dato i risultati sperati nonostante l’impegno e le capacità che non mancano. Passano i giorni e non possiamo nemmeno incontrarci di persona per pianificare piccoli obiettivi quotidiani dati i problemi economici e le famiglie avverse alla nostra storia. Penso che sia allo stremo delle sue energie fisiche e mentali soprattutto. In questa sede voglio chiedere seppure questa breve e incompleta spiegazione della situazione quali possono essere i passi da fare per poter migliorare una situazione così demotivante … suppongo che i presupposti di una depressione ci siano tutti e vorrei poter dare un aiuto concreto alla persona cui tengo molto. Ringrazio in anticipo per l’aiuto.

    Risposta
    dr. Federico Baranzini

    Gentile Eleonora,

    la situazione che state vivendo non è facile. Appare logorante e carica di incertezze. Vorrebbe essere di aiuto al suo fidanzato che abita lontano e che passa molto tempo a casa o annoiandosi.

    Ma che relazione è la vostra? Se lo è mai chiesto davvero?

    “A distanza, come tante ce ne sono” mi dirà lei, con tono sorpreso. Infatti e molte di queste storie (per quanto ne so direi 9 su 10) non riescono a trasformarsi in qualche cosa d’altro. Ma non per problemi economici o di avversità ambientali e/o familiari, ma per l’ambivalenza sottostante alla scelta di farsi andare bene una relazione a distanza.

    Se in tre anni non è successo nulla che vi portasse a riavvicinarvi, forse vuol dire qualche cosa.

    Non consulti uno psicologo per il fidanzato (le cure per procura non funzionano!) ma per sè stessa! Si faccia aiutare a capire su cosa si regge veramente questa vostra relazione: sarà forse il fatto stesso che è “a distanza” o forse il sentirsi uniti (nell’essere però dis-uniti) contro le avversità di questa vita grama?

    Risposta
Rispondi a: Depressione causa disoccupazione
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta